Consumatori Coscienti

CONSUMATORI COSCIENTI

È stato solo qualche anno fa che, durante la 1° edizione di Parabere Forum a Bilbao, ho realizzato che negozi e catene di supermercati vendono solamente frutta e verdura “perfetti”.
Era sotto ai miei occhi da sempre, ma solo quando ho ascoltato l’intervento di Fruta Feia ho compreso che “esteticamente perfetto” non significa necessariamente migliore e, soprattutto, che c’è qualcosa che non funziona dietro a tutto ciò: noi consumatori abbiamo un ruolo e delle responsabilità. Troviamo infatti frutta e verdura perfetta proprio perché a quanto pare noi la preferiamo “bella”. Ma cosa accade a quella meno bella? E agli agricoltori che non possono guadagnare dal loro raccolto?
Cerco sempre gli ingredienti migliori, ma bisogna riconoscere che esiste una linea sottile tra il gusto e il giusto. Io scelgo di rispettare natura e agricoltori stando dalla parte dei consumatori coscienti… e voi?